Che Morte se ne vada affanculo.

L’orribile processo biologico che noi povere anime mortali chiamiamo Morte ha il compito di strapparci alla Vitaè uno sporco lavoro, ma qualcuno dovrà pur farlo…

…Alcune volte però ho l’impressione che la Morte tragga piacere dalle sue macabre sue gesta.

C’è un tipo di immortalità, lontana dalla fama:
  quella di chi crea legami indissolubili, dove la morte affranta può solo recidere le vene; e l’unica cosa che avrà ottenuto sarà liberare finalmente tutto quello in cui questo 
amore è mutato.
  
  L’affronto più grande per chi ci condanna a disperderci,( che sia il naturale deperimento degli organismi viventi o l’entità che irrompe per rimescolare la sorte)
 sarà il non lasciarsi ingannare:
tutto ciò che non vedi, esiste.
esiste, comunque.

Ci sono Esseri che fino all’ultimo terranno la mano di chi li ha lasciati;
per poi cominciare di nuovo, in modo diverso, a tenerseli accanto.

La Morte davanti a tutto ciò sarà impotente.
puoi averci tolto il corpo, ma quello che è veramente importante è tutto nostro e non lo avrà mai.

Adius

Congetture

La pittrice impazzita sa dipingere ali meravigliose sulla schiena.

ma non vorrei che si fosse sbagliata, non vorrei che non avesse ben capito la situazione.
Quelle ali meravigliose sono solo dipinte, non possono volare.
 E se c’è un momento per piangere,  quel momento è questo.

l’amore non c’è.
Come la gioia, si è sciolto nel dolore. 
Come la salute, si è sciolta nella malattia.
non come la morte però, quella separa tutte le cose.

alla ricerca di un perché.